SUZUKI VISITA AL CUSTOM

Suzuki, colosso nipponico dei motori fuoribordo, incontra AL CUSTOM, il cantiere degli innovativi fisherman in fibra di carbonio.

In cantiere, il team AL CUSTOM e i vertici di Suzuki

Per Suzuki Marine Italia a dicembre 2012 è arrivata la conquista del primo posto assoluto fra i marchi presenti nel nostro mercato per i motori con patente.
 Analizzando nel dettaglio i numeri diffusi da ICOMIA – International Council of Marine Industry Associations – emerge chiaramente come Suzuki sia riuscita a raggiungere in Italia quote di mercato mai toccate prima.
La tecnologia al servizio delle prestazioni, della semplicità d’uso e, non ultimo, del contenimento dei consumi, è il fattore premiante che accomuna la gamma Suzuki. 
Alta tecnologia e anima green che il colosso di Hamamatsui apprezza a tutto tondo, non solo nei propri prodotti.
Proprio per questo ieri i vertici giapponesi di Suzuki, impegnati per un paio di giorni in un brevissimo tour italiano, hanno scelto di visitare il cantiere AL CUSTOM: accompagnati Dario Mezzano (Area Manager Suzuki Marine Italia) e da Paolo Ilariuzzi (Responsabile Commerciale Suzuki Marine Italia), Junya Kumataki (Presidente Suzuki Italia), Yoshinori Tsukamoto (Responsabile Commerciale Suzuki Motor Corporation) e Kentaro Tominaga (Direttore Amministrativo Suzuki Italia) sono stati accolti, da tutto il team nella sede del cantiere.
Una visita volta non solo a sottolineare una partnership importante e cresciuta nel tempo, ma anche a conoscere le qualità che caratterizzano tutta la line up AL CUSTOM, dimostrando assoluto interesse verso quello che è stato ed è l’innovativo approccio progettuale voluto da Andrea Lia per i suoi fisherman.
Suzuki visita AL Custom: i vertici giapponesi di Suzuki in visita al cantiere dove si producono i fisherman voluti da Andra Lia.Dopo aver richiesto e ricevuto accurate spiegazioni, con occhio attento il team giapponese ha ammirato il work in progress delle tre imbarcazione (un 21 , un 25 e un 30 piedi) di prossima consegna presenti in cantiere. Chiedendo ragione di tutte le fasi dello sviluppo costruttivo, dallo stampo al prodotto finito, interessandosi particolarmente ai dati, di consumo e prestazionali, che gli AL CUSTOM esprimono a fronte delle opportune motorizzazioni Suzuki.
E grande apprezzamento, a sottolineare l’attenzione che anche Suzuki rivolge all’ambiente, è stata riservata alla scelta del cantiere di autoprodurre, tramite un modernissimo impianto fotovoltaico, quasi tutta l’energia consumata in cantiere (dotato di pavimentazione riscaldata e di ambienti termo stabilizzabili e a umidità controllata).
Tutto lo staff AL CUSTOM si è sentito orgoglioso della visita dei vertici del colosso nipponico e ringrazia ancora Suzuki Italia per l’attenzione riservata al proprio lavoro.

 

« × »

4 Comments

  1. Complimenti a tutti, deve essere una bella soddisfazione per un cantiere nato da pochi anni, continuate cosi grandi!!!!!!

  2. Alberto AL21 SHARDANA says:

    Veramente inutili ulteriori considerazioni per un evento di tale importanza e rilevanza, non solo per il giovane cantiere ed il suo Staff, bensì per ciò che significa, in termini di riconoscimento, per la caparbietà, la genialità, l’estro e l’altissima professionalità delle aziende medio-piccole realmente rappresentative del VERO made in Italy. Vivissime felicitazioni !!!

  3. Daniela says:

    Tantissimi complimenti!siete grandi!

  4. mestiri salah samir says:

    merci pour tous ce que vous faites , merci suzuki , j ai un df15 c est le meilleur qui existe au monde , c est un vrais Bijoux .

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Current ye@r *